Osteopatia

L’osteopatia (dal greco antico: ὀστέον, ostéon, «osso» e πάθος, páthos, «sofferenza») è una terapia alternativa che consiste nella manipolazione di alcune parti del corpo, in particolare la schiena, il collo e la testa. L’OMS nelle sue linee guida inserisce l’osteopatia tra le medicine tradizionali e complementari.
Diversamente da larga parte della medicina tradizionale, guarda alla totalità della persona e non alla parte dove si accusa il disturbo. Mira a correggere lo squilibrio creatosi in seguito al sintomo doloroso, per ristabilire così l’armonia e riequilibrare le tensioni; individua le aree in disfunzione e ripristina il normale funzionamento dell’organismo con la stimolazione delle capacità di recupero e di autoguarigione del corpo. 

Cosa cura l’osteopatia

Cosa è l'osteopatia e cosa cura

L’osteopatia si basa sulla valutazione e trattamento delle varie disfunzioni dell’organismo nella sua globalità, con approccio puramente manuale. Si possono valutare e trattare problematiche dell’apparato muscolo-scheletrico, tra le quali principalmente cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, brachialgie,tendiniti,sindromi dolorose e problemi legati alla pratica sportiva.

Si possono trattare disturbi della sfera craniale quali cefalee ed emicranie , sinusiti,riniti, otiti, vertigini e problematiche dell’articolazione temporo-mandibolare.

Con l’osteopatia si possono trattare disturbi di natura viscerale, quali disturbi e disfunzioni dell’apparato digerente,come ad esempio il reflusso gastro esofageo. Alcuni disturbi funzionali della sfera uro-ginecologica. Inoltre il trattamento osteopatico mira al miglioramento globale della postura.

Il fisioterapista/osteopata istruisce alla prevenzione ed all’igiene del movimento , come strategia per migliorare il proprio stato di benessere e non andare incontro alle varie problematiche legate all’assenza di esse.

I casi si può ricorrere ad un intervento di osteopatia:

  • Disturbi al sistema muscolo-scheletrico: ipercifosiiperlordosi, lombalgia, cervicalgia, dorsalgia, dolori al coccige, colpo di frusta, periartrite scapolo omerale, problemi dell’anca, gonalgia, pubalgie, fascite, tendiniti …
  • Disturbi al sistema neurologico: vertigini, cefalee, ernia del disco, nevralgie faccialinevralgie cervico-brachiali,cruralgie, sciatalgie;
  • Disturbi al sistema neurovegetativo fatica cronicafibromialgiasenso di oppressioneturbe del sonnoirritabilità, stati depressivistati ansiosireflusso gastroesofageostipsidisordini funzionali delle vie digestivecolon irritabile,ernia iatalebruciore di stomacoproblemi post-operatori e cardiocircolatori, congestioni venose o linfatiche, emorroididismenorrea;
  • Disturbi al sistema genito-urinario, quali amenorrea, sindrome post-partum, dolori mestruali.
  • Disturbi al sistema stomatognatico: Disturbi ATM, Malocclusioni

Osteopatia in età pediatrica

Fin dalle prime settimane di vita ci si può rivolgere ad un osteopata, anzi più i bambini sono piccoli e più potenzialmente possono rispondere bene e in tempi rapidi al trattamento che è indicato comunque in tutte le fasi della crescita. Importante sottolineare inoltre che l’osteopatia non ha effetti collaterali.

L’osteopatia permette, grazie a manipolazioni delicate che avvengono soltanto dopo una profonda anamnesi, di riportare l’equilibrio nelle tensioni dell’organismo del bambino.

L’osteopatia pediatrica segue il neonato di poche settimane di vita sino all’ adolescente di 16 anni.

  • plagiocefalia
  • rigurgiti e reflusso gastroesofageo
  • stitichezza
  • coliche gassose
  • scoliosi
  • malocclusioni
  • difficoltà a prender sonno
  • otiti o sinusiti ricorrenti